Total Body

Total Body

Lezione studiata per allenare la muscolatura di tutto il corpo, attraverso l’utilizzo di iccoli attrezzi quali: step, manubri, cavigliere, elastici, ecc.
Si punta al miglioramento del tono muscolare, del coordinamento, dell’equilibrio, della flessibilità e all’efficienza del sistema cardio-respiratorio, il tutto rigorosamente a ritmo di musica.

Non tutti, per ragioni organiche o psicologiche, sono capaci di raggiungere intensità tali da esaurirsi totalmente al termine di ogni allenamento. Non parliamo di fatica, ma di esaurimento. Si è esauriti in un determinato distretto quanto non è quasi possibile eseguire i normali gesti della vita quotidiana – almeno, per i primi momenti dopo l’allenamento.

Soprattutto ai più “duri” potrà sembrare difficile da credere ma, usando il full body workout, è molto più difficile raggiungere l’esaurimento. Questo perché la fatica metabolica generale diventa tale da rendere quasi impossibile spingersi a certi livelli per tutti i gruppi muscolari. Ciò diventa un limite vero e proprio, sia per il livello dello stimolo che si vorrebbe raggiungere, sia per la capacità psicologica di portare avanti l’eventuale tabella di allenamento per 8-10 settimane.

Come anticipato, dipende dall’età, dalla dieta, dall’integrazione e dal proprio personale organismo. Non siamo tutti uguali. Anche in riferimento a quanto detto nei due paragrafi sovrastanti, non dimentichiamo che nel perseguire l’obbiettivo di ipertrofia può non essere facile recuperare tra due full body workout a breve distanza uno dall’altro. Se il recupero è incompleto, non avviene la supercompensazione. Poi, è lecito ipotizzare che aumentando gli stimoli l’organismo reagisca velocizzando questo processo, ma a tal proposito sarebbe meglio inserire brevi periodi di sovra-stimolazione, in modo da ridurre anche il rischio di “fare danni”, o comunque di non progredire.

È bene ricordarsi che allenandosi oltre il normale, anche le necessità nutrizionali diventano eccezionali. Non parliamo di quantità, ma di qualità. Non è l’obbiettivo di questo articolo entrare nel merito di quante proteine, carboidrati, vitamine e minerali abbia bisogno un culturista. Sicuramente non più di un qualsiasi atleta di forza, ma è bene che almeno quelli siano ben presenti nella dieta. Solo dove non arrivano gli alimenti, è consigliabile integrare.

L’utilizzo del metodo full body workout presenta diversi vantaggi rispetto all’attualmente più diffuso split.

Quali sono i vantaggi del full body workout rispetto allo split?

I vantaggi del full body workout rispetto al sistema dello split sono:

  • A parità di stimolo, consente di eseguire meno allenamenti settimanali; questo permette anche di far lavorare le articolazioni una volta sola, anche se per più tempo nella stessa sessione
  • A parità di microciclo, permette di eseguire più stimoli; ciò, come abbiamo visto, è molto utile per lo stimolo di apprendimento e per lo sviluppo della forza
  • Evita di saltare lo stimolo per un determinato gruppo muscolare all’interno del microciclo se, per varie ragioni, si è impossibilitati ad allenarsi
  • Si presta particolarmente a discipline oggi parecchio in voga come: callisthenics, crossfit, functional ecc.

Quali sono gli svantaggi del full body workout rispetto allo split?

Gli svantaggi del full body workout, facilmente estrapolabili anche da quanto espresso sopra, sono in realtà pochi ma importanti:

  • Scarsa pertinenza nella ricerca di ipertrofia ad alti livelli
  • Con alti carichi di lavoro, difficile sostenibilità nel lungo periodo
  • Maggior possibilità statistica di infortunio; ad ogni allenamento bisogna aver cura di riscaldare bene e attivare tutte le articolazioni, i tendini e i muscoli.

Lezioni simili